FormLab

Bando innovazione - Regione Veneto Imprese

La Regione Veneto ha pubblicato il bando per la concessione di agevolazioni regionali a favore di PMI e grandi imprese e liberi professionisti a sostegno di progetti di innovazione. In particolare, vengono finanziati progetti di innovazione di processo e organizzativa da parte delle imprese del settore manifatturiero con codice Ateco C e progetti di innovazione o trasformazione digitale da parte dei liberi professionisti, delle associazioni professionali e delle società tra professionisti.

I benificiari sono le imprese di qualunque dimensione (PMI e grandi imprese) che svolgono un'attività, principale o secondaria, appartenente alla classificazione "C – Attività manifatturiere" (da codice ATECO "10" fino a codice ATECO "33.20.09”). I beneficiari devono disporre di almeno un bilancio approvato o di una dichiarazione dei redditi depositata.

Per le imprese sono agevolabili gli interventi di «innovazione di processo» e/o di «innovazione dell’organizzazione». Gli interventi devono obbligatoriamente prevedere la realizzazione di investimenti innovativi, diretti ad aumentare il livello di efficienza e/o di flessibilità nello svolgimento delle funzioni aziendali, in grado di consentire la trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa mediante l’utilizzo delle tecnologie abilitanti afferenti al piano Impresa 4.0.

Sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa:

  • Servizi di consulenza per l’innovazione di natura tecnica utilizzati esclusivamente ai fini dell’intervento d’innovazione;
  • Costi delle conoscenze, delle competenze e dei brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne alle normali condizioni di mercato e utilizzati esclusivamente ai fini dell’intervento d’innovazione;
  • Costi di esercizio, relativi ai costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi, direttamente imputabili all’intervento d’innovazione e i costi accessori relativi all’ottenimento del finanziamento agevolato (max 10% delle spese ammissibili);
  • Investimenti in beni strumentali nuovi, materiali e immateriali, compresi negli elenchi ministeriali relativi a “Industria 4.0” (Allegati “A” e “B” della Legge di stabilità 2017). Sono sempre esclusi i leasing o le locazioni finanziarie (quota minima obbligatoria pari al 50% delle spese ammissibili).

                Spesa minima     Spesa massima

Piccola e media impresa € 100.000,00     € 500.000,00

Grande impresa € 500.000,00     € 1.000.000,00

 

Le spese di investimento in beni strumentali materiali e immateriali, relativi a “Industria 4.0”, sono sempre sostenute in forma mista, ossia con un contributo a fondo perduto e con un finanziamento agevolato. Le altre spese sopra indicate sono sostenute solo con un contributo a fondo perduto.

Sono previste le seguenti agevolazioni:

Per le micro, piccole e medie imprese (PMI):

  • Contributo a fondo perduto pari al 50% del totale delle spese ammissibili;
  • Finanziamento agevolato: +50% per le spese d’investimento in benistrumentali “Industria 4.0”

Per le grandi imprese:

  • Contributo a fondo perduto pari al 20% del totale delle spese ammissibili;
  • Finanziamento agevolato: +80% per le spese d’investimento in benistrumentali “Industria 4.0”.

 

Quando presentare la domanda

  • Apertura dei termini: 19 luglio 2021 ore 10.00 
  • Chiusura dei termini: 26 luglio 2021 ore 17.00

Servizi proposti da FormLab:

  • Analisi di fattibilità ed ammissibilità delle spese
  • Assistenza e supporto durante lo svolgimento delle attività di progettazione e rendicontazione
  • Servizi di consulenza specialistica
  • Project Management

Per informazioni e richiedere un appuntamento con un nostro consulente:

info@formlab.it

serviziimpresa@formlab.it

Pubblicato il 09-07-2021